hos paris 2016

Calcio e cultura: fischio finale per la House of Switzerland a Parigi

11 lug 2016

La 44a e ultima partita trasmessa alla House of Switzerland, ospitata a Parigi dal 10 giugno al 10 luglio nell’ambito di Euro 2016, corona un mese di successi. Un folto pubblico si è riunito in un clima allegro e festoso per seguire la finale, con cui si è concluso un mese di eventi imperniati sulla vivacità della scena culturale svizzera e sulla sua diversità, in uno dei luoghi più trendy della capitale francese.

Con la finale Francia-Portogallo terminano gli appuntamenti alla House of Switzerland, punto d’incontro di migliaia di fan della nazionale francese che, fin dall’inizio della serata, si sono riuniti qui per trascorrere in compagnia le ultime ore del campionato europeo di calcio. Nonostante la nostra nazionale si sia fermata agli ottavi di finale, la Svizzera è rimasta presente fino alla fine di Euro 2016, organizzando, nel suo club parigino, giornate in famiglia e serate di festeggiamenti.

Inaugurata dall’ex capitano della Svizzera Alexandre Frei e visitata anche dal consigliere federale e ministro dello sport Guy Parmelin e dal presidente del Consiglio degli Stati Raphaël Comte, la House of Switzerland ha proposto al pubblico francese un nutrito programma culturale negli ambiti della musica, del cinema, delle arti sceniche, della letteratura e dell’arte contemporanea, senza dimenticare le tradizioni del nostro Paese, tra cui l’incisione su legno e la lotta svizzera.

Grazie all’installazione dell’artista ginevrina Sylvie Fleury, un neon rosa sulle rive della Senna di una decina di metri di lunghezza con la scritta «Miracle», la presenza culturale della Svizzera a Parigi ha lasciato il segno nel pubblico e nei media. L’evento ha avuto ampia risonanza, con circa un centinaio di articoli pubblicati, e ha sottolineato così la forza del messaggio lanciato dalla Svizzera. La rivista Les Inrockuptibles, per esempio, ha titolato: «House of Switzerland: il luogo ideale per godersi l’Euro 2016».

«Ci siamo posti l’obiettivo di sorprendere Parigi giocando una carta originale: coniugare calcio e cultura svizzera. Ho sentito dire così spesso durante tutto Euro 2016 “Wow, la House of Switzerland sfonda!” che penso siamo veramente riusciti a centrare il bersaglio», ha affermato Nicolas Bideau, capo di Presenza Svizzera. «Avere la possibilità di presentare in uno stesso luogo l’orologio ufficiale di Euro 2016, il vino vallesano, il Gruyère DOP e i nostri più brillanti artisti del momento ci riempie di orgoglio e dà lustro alla Svizzera».

Qualche cifra:

- Numero di persone che hanno visto la House of Switzerland: oltre 1 000 000
- Numero di visitatori che hanno partecipato a una delle attività proposte dalla House of Switzerland: circa 40 000 
- Numero di persone che hanno partecipato alle attività della House of Switzerland sui social media: 900 000
- I 3 piatti più apprezzati:
Hamburger al Gruyère DOP
Sminuzzato di vitello alla zurighese, rivisitato dallo chef svizzero Pierre Jancou
Meringhe alla doppia panna 
- Numero di atelier di introduzione all’arte del cioccolato (durante i weekend): 10
- Numero di atelier sulle tradizioni svizzere (durante i weekend): 8